Istituto Oncologico Romagnolo

Logo-35-anniSEDE CENTRALE:
c.so Mazzini 65,
Forlì,
tel 0543.21467
info@ior-romagna.it

SEDE DI IMOLA:
via Emilia 34,
Imola
tel. 0524.011600
imola@ior-romagna.it
orari di apertura al pubblico: dal lun al ven dalle 9 alle 12.30

PRESIDENTE: prof. Dino Amadori

SITO INTERNET: www.ior-forli.it


DESCRIZIONE:

Da 35 anni a fianco dei Pazienti perché nessuno deve affrontare il cancro da solo

Nel 1979 nasce a Forlì l’Istituto Oncologico Romagnolo (IOR), con lo scopo di agire là dove la struttura pubblica non aveva risorse da investire. Erano i tempi in cui gli oncologi forlivesi svolgevano la loro attività in un angusto sottoscala dell’Ospedale.

Alla fine degli anni 70 la Romagna era uno dei territori italiani ed europei con il più elevato tasso di mortalità per i tumori, oggi è il territorio con uno dei tassi più elevati di guarigioni. All’epoca esistevano solo due reparti oncologici, ora ce ne sono 7, oltre a 3 day hospital in Romagna.

Ad oggi i Volontari e i Medici IOR hanno assistito gratuitamente oltre 30.000 pazienti, sensibilizzato oltre 110.000 studenti romagnoli ai corretti stili di vita, in particolare ai rischi per la salute derivanti dall’alcool e dal fumo. Grazie alle borse di studio IOR oltre 230 Medici e Ricercatori si sono potuti formare e specializzarsi in oncologia. Lo IOR, inoltre, ha sostenuto oltre 150 conferenze scientifiche, 15 della quali internazionali.

Lo IOR è stato l’ideatore e il principale Socio Fondatore dell’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (IRST), recentemente, riconosciuto dal Ministero della Salute quale Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS). Infine ha sostenuto la rete degli Hospice in Romagna che conta 8 strutture sparse nel territorio.

Oggi, trentacinque anni dopo, la squadra IOR è composta da circa 3.000 Soci, da oltre 1.100 Volontari IOR, da 47 collaboratori e giovani Ricercatori borsisti IOR e da migliaia di Sostenitori. Grazie a tutto questo sostegno lo IOR ha potuto investire in Romagna oltre 40 Milioni di euro in Ricerca Scientifica e Prevenzione, 7 Milioni di euro in attrezzature scientifiche e 10 Milioni di euro in Cure Palliative, Assistenza e Psiconcologia.

L’impegno e i risultati dello IOR sono stati premiati, nel 1992, dal Presidente della Repubblica con la Medaglia d’oro al merito della Sanità Pubblica.

Questo enorme cammino è stato reso possibile dall’affetto e dalla generosità che i cittadini romagnoli hanno testimoniato allo IOR, riuscendo in un’impresa epica: cambiare in maniera radicale il volto e la storia dell’Oncologia in Romagna.